C’è qualcuno che sa di essere vivo qui stasera? (Morrison)


“C’è qualcuno che sa di essere vivo qui stasera?”

Il 3 luglio (oggi) del 1971 veniva ritrovato il corpo senza vita di Jim Morrison, leader dei Doors (ben 44 anni fa), nel palazzo Beaux Arts del XIX secolo situato al n. 17 di rue de Beautreillis, nel quartiere de Le Marais a Parigi. Vorremmo utilizzare questa frase, in questa ricorrenza, per cercare di analizzare gli aspetti del possesso nella focalizzazione di noi stessi.

Al di la delle molte interpretazioni che possiamo attribuire a questo aforisma emblema della cultura emancipata, nel nostro contesto lo prenderemo in prestito per chiarire il fronte del qui ed ora e del cambiamento di cui spesso ci capita di parlare, pensando appunto che spesso ci dimentichiamo di essere vivi perchè o persi nel passato o allucinati dalle incognite del futuro.

In realtà, se ci pensiamo bene, noi possiamo cambiare (modificare) una cosa solo quando la possediamo. Se abbiamo una macchina e decidiamo di metterci uno spoiler, degli adesivi, delle prese d’aria sul cofano e delle marmitte roboanti abbiamo volontariamente cambiato una cosa che possediamo (perdonate l’assurdità del paragone).

Allo stesso modo noi possiamo possedere, all’interno della nostra vita, solo il momento presente: quell’attimo, o serie di essi, in cui la nostra consapevolezza riesce ad essere determinante nell’atto di estrema presenza a se stessa e decidere per ciò che vogliamo essere qui ed ora.

Qui ed ora.001

Possedere il presente, qui ed ora, ci permette di volere e dirigere il nostro cambiamento. Di certo non possiamo farlo sul passato, non più, non abbiamo più modo di possedere gli attimi ad esso relativi. Possiamo solamente ricordarlo. Allo stesso modo non possiamo farlo con il futuro, non ne abbiamo possesso, forse lo avremo ma possiamo soltanto immaginarlo. Possedere la consapevolezza del qui ed ora determina il nostro stato.

qui ed ora 2.001

In questa ultima figura uno schema riassuntivo sulle azioni da compiere durante la determinazione del HIC et NUNC per il possesso di se stessi nella consapevolezza del cambiamento.

“Fra il bene e il male c’è una porta, e io l’aprirò!”                                                               (Jim Morrison)

http://www.efficacemente.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...